giovedì 8 marzo 2007

TANGO - MATIA BAZAR (1983)




Ma che ci stanno a fare i Matia Bazar in un blog come il mio? Più o meno equivale a pubblicare una foto del ministro Rosy Bindi (in topless) su una rivista per soli uomini.

No, attenzione! Personalmente non ho pregiudizi nell'ammettere la bellezza o l'originalità progressive di qualsiasi brano. Anche si se trattasse di un brano, che ne so, di Orietta Berti o Mino Reitano (ma costoro avranno mai fatto della musica progressive??? Non mi pare proprio...). Da ragazzo - parliamo degli anni Settanta - ero solito abbinare il nome dei Matia Bazar a successi orecchiabili del genere "Solo tu", "Stasera che sera", ecc. ecc.

Ma qualche anno dopo, nel 1983, i Matia si presentarono a Sanremo (oddio!!!) lasciando stupefatti pubblico e critica con una composizione dal sapore retrò, basata su arrangiamenti elettronici in una coreografia di altri tempi. Il brano in questione era "Vacanze romane" e si classificò terzo, se ben ricordo. Un gran bel brano, superbo, raffinato indubbiamente (e proprio per questo motivo non si classificò al primo posto, come invece avrebbe meritato). Ma l'album che lo conteneva era ancora meglio, anzi incredibilmente ad alti livelli. Sto parlando di "Tango", altro album che voglio proporre oggi.

Gli otto brani che compongono "Tango" non si discostano sostanzialmente dalla forma-struttura della "canzone". Tuttavia, l'uso massiccio dei sintetizzatori, i ritmi martellanti, le liriche ermetiche e l'abbondante uso dell'elettronica rendono l'insieme un qualcosa accostabile in qualche modo al genere progressive.

A parte il successo di "Vacanze romane", è difficile stabilire quasi sia il brano migliore. Ascoltando l'album, ognuno potrà eleggerlo di persona. Per i miei gusti, "Palestina" e "Scacco un po' matto" sono appena un gradino più in alto. Si tratta, comunque, di una valutazione soggettiva.

Voto personale (scarso / insufficiente / sufficiente / buono / distinto / ottimo / eccellente): Ottimo.

Track list:

1. Vacanze romane
2. Palestina
3. Elettrochoc
4. Intellighenzia
5. Il video sono io
6. Scacco un po' matto
7. Tango nel fango
8. I bambini di poi


TANGO (Matia Bazar) - 51,2 MB

1 commento:

Ummagumma ha detto...

Concordo pienamente! Una curiosità ho conosciuto quando abitavo a Genova uno dei Matia quando erano ancora all'inizio (fine anni '70)(abitava nel mio palazzo) e nelle discussioni musicali gli chiedevo perché non facessero un album un po' più impegnato(all'epoca non si parlava di prog), alla fine e non molto tempo dopo mi ha accontentato e chissà forse è stato anche un po' merito mio...